Operazione Plinti

Questo brano lo ha scritto Franco Zoia, Capo Gruppo di La Loggia, valente Geometra, amico.

Il brano è la perfetta sintesi della bella giornata passata sabato 9 febbraio presso la caserma Mote Grappa di Torino in compagnia di 11 alpini della Sezione di Torino.

Lo pubblico su autorizzazione dell’autore poichè ho riso per una buona mezz’ora leggendolo e rileggendolo.

Comando Gruppo Alpini La Loggia SZ TO 
Bollettino di Guerra del 10/02/2013

Il quartier generale comunica che in data 09/02/13 , sviluppando il piano previsto si dà inizio alla prima Battaglia della Giornata che corrisponde all’assalto della Caserma Montegrappa per la costruzione di un avamposto presso Cappella Militare .
Ore 6.00 controllo del mezzo d’assalto semovente campale “ Piaggio Porter ribaltabile gemellato “ con balestre rinforzate per ogni tipo di fondo ….
Verifica del munizionamento , malte cementizie , blocchi di varia misura , calcestruzzi ….
Verifica delle armi in dotazione , Mitragliatore Makita con attacco sds con possibilità di sparare munizioni di calibri vari … Bocca di fuoco elettromeccanica diametro 60 con capacità operativa di n° 3 carriole ogni 10/min. “ definita volgarmente Betoniera..” N° 2 armi da taglio diam. 23 e 13 elettromeccaniche in grado di tagliare ogni tipo di trincea in ferro o cemento ….( flessibili )
Partenza per il fronte ore 7,30 il mezzo sovraccarico non dà segni di cedimento …
Ore 8,00 si apre la porta carraia , ad accoglierci il Comandante in Capo Don Mauro ed il nostro fido Maresciallo Jimmi .
Uomini utili per l’assalto n° 4 , presenti su base volontaria n° 12 Alpini con Aggregati .
Il Comandante designa il sottoscritto come comandante di squadra per avviare le prime manovre .
Ore 8,30 Alzabandiera , segue vestizione con tute da combattimento scbt policroma ( tute da lavoro e scarpe antinfortunistica )
Ore 9,15 inizio della 1° Battaglia , i Volontari quasi tutti veterani tranne alcuni comunque pronti al battesimo del fuoco si preparano , in pochi minuti il mezzo d’assalto semovente campale viene scaricato , i munizionamenti approntati a fianco della bocca di fuoco .
Si formano tre squadre , una addetta al tracciamento delle coordinate ed alla preparazione dei pezzi , armati di metro matita e armi da taglio ( il Coordinatore Vincenzo con Roberto ,Antonio e la supervisione del Maresciallo Jimmi )
Un’altra squadra “ i serventi al pezzo “ preparano la bocca di fuoco , Massimo Fissore , Michele , Andrea , Alessandro , tutti fanno girare a pieno regime l’Arma
A seguito dei primi rilievi avviene il Battesimo del fuoco del nostro Addetto al Tiro Massimo Lombisani che tratta la nostra Mitragliatrice Makita come un SC 70/90 in questo momento emerge il valore del nostro Vecio Riccardo che da veterano mostra tutte le sue capacità con questo tipo di mitragliatrice , Massimo non si dà per vinto e dopo alcuni minuti prende confidenza con l’arma sparando ripetutamente raffiche da diam. 18 ……..
Tutte le operazioni di guerra vengono riprese dal nostro informatico d’assalto Roberto Guarnieri che alterna rilievi fotogrammetrici con assistenza al pezzo ….
Nel pieno della Battaglia emerge il nostro eroe Carlo che nonostante il battesimo del Fuoco armeggia con sicurezza e disprezzo del pericolo armi quali cazzuola e malte tossiche , ed in collaborazione con Massimo edificano una trincea in blocchi sotto il controllo del sottoscritto che ammira la disinvoltura con cui affrontano il nemico nonostante la scarsa preparazione ……
Ore 10, 30 il Comandante in Capo Don Mauro ordina il cessate il fuoco per rifocillare i combattenti stremati dalle fatiche della Trincea …..
Ore 11,00 riprende la 1° Battaglia e confortati dal sottoscritto ordino in maniera risoluta l’assalto finale alla baionetta …..costituito da getto di cls e tagli al pezzo .
Alle ore 12,00 del 09/02/2013 si dichiara conclusa la prima Battaglia della lunga giornata , tempo previsto per l’assalto ore 6 con 4 uomini …… Ore impiegate per portare a compimento la vittoria finale ore 3 con 12 uomini ….
Il Comandante in Capo Don Mauro fiero dei suoi uomini concede a tutti una forte ricompensa morale e procede alla distribuzione dei pasti .
Ore 13,30 il sottoscritto gratificato dalla Vittoria dei suoi Alpini procede per il 2° fronte di Guerra … Vercelli riunione Giovani 1° Raggruppamento , al mio fianco due valorosi veterani Roberto Guarnieri e Claudio Zezza , e al Battesimo del fuoco il Neo ViceCoordinatore Ten. Danilo Borriello un altro valoroso combattente altrettanto sprezzante del pericolo procede con noi verso il 2° Fronte di Guerra …..
Ad attenderci il Comandante supremo Mauro Buttigliero che gestisce e coordina con estrema calma e risolutezza l’intera operazione , tutto procede per il meglio ed alle nostre fila si vanno ad aggiungere altri valorosi Alpini di Sezioni che finora non avevano partecipato alle battaglie per la salvaguardia della nostra Associazione …..
Nel culmine della Battaglia a Vercelli si crea scompiglio tra la truppa all’arrivo di una Valorosa Alpina della nuova generazione ……ma i nostri Alpini su ordine del Comandante supremo si rinsaviscono immediatamente e concludono la 2° battaglia della giornata con un’altra Vittoria .
Termine delle operazioni ore 19,10 , il sottoscritto con i Veterani Claudio e Roberto dopo un primo controllo del nostro Tenente Danilo che ha brillantemente superato la prima prova del fuoco ritornano verso i propri reparti di appartenenza ……..Tra tutti si evince una certa preoccupazione di Roberto che rischia due gg di consegna dal comandante del suo Reparto ( la Moglie ) per il notevole ritardo ….
Ore 20,15 arrivo a Torino …..Ore 20,45 arrivo del sottoscritto al proprio reparto di appartenenza , il mio Comandante ( mia Moglie ) con le due mie reclute mi accolgono con una certa freddezza ….perchè comunico che mi è stato assegnato l’ultimo è più temibile incarico di guerra della giornata ..
Incontro con reduci da un Campagna di “ guerra a Cuba … 13 gg di vacanza “ Amici di infanzia sempre presenti per la lotta contro il nemico .
Il comando è affidato al Nostro Generale Sommelier Gianfranco , che nel luogo della Battaglia “ Ristorante c’era una volta del nostro Fido Guerriero Luciano “ sfida il nemico con l’apertura di Barbera Barolo e Moscato …. Alle ore 01,30 i primi ad abbandonare indecorosamente il fronte Walter Robi Gianfranco lasciano me Gianluca Maio e Cristian all’ultimo assalto , dopo le prime ore al fronte inizio a dare segni di cedimento , ma i miei valorosi non mollano l’assalto , ad un certo punto dichiaro la ritirata per il rischi del sopraggiungere la luce del giorno che ci potrebbe rendere bersagli facilmente raggiungibili ….
Ore omissis.., 30 si torna la proprio reparto di appartenenza e con passo del leopardo si raggiunge la propria postazione per non far scattare l’allarme e rischiare oltre che gg di consegna anche il comando ed il rischio di perdere i Gradi dal Comandante in Capo ( mia Moglie ) ….
Ore 8,00 del 10 /02/2013 le mie due reclute danno la sveglia la guerra ricomincia Destinazione Gruppo Alpini Parella ……..

Termine del Bollettino di Guerra
S.Ten.ZOIA Franco

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.